stokkermill

APLIKACJE I PROCESY

nowa wartość dla twoich materiałów

Cavi elettrici

Cavi elettrici, cablaggi industriali ed automobilistici sono una risorsa importante per il recupero dei metalli conduttivi in essi contenuti in particolare rame e alluminio.

Stokkermill vanta una consolidata esperienza nel riciclaggio di cavi elettrici con una gamma di attrezzature specifiche in grado di trattare da 80 ad oltre 5.000 kg/h.

Riciclaggio cavi rame

Stokkermill è in grado di fornire soluzioni tecniche per il riciclaggio di materiali particolarmente problematici quali:

  • cavi armati di diametri superiori ai 100 mm
  • cavi tech di qualsiasi dimensione
  • cavi sottomarini con presenza di materie grasse ed oleose
  • cavi estremamente sottili (cavi telefonici, cavi dati, cavi provenienti dal riciclaggio di computer), cavi provenienti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE-WEEE), cavi capillari
  • cavi provenienti dalla demolizione dei veicoli inquinati da materiali collosi ed oleosi.

Cavi rame automobilistici

I veicoli destinati alle attività di demolizione e riciclo contengono importanti quantitativi di cablaggi elettrici (la media attuale è di circa 25 Kg per veicolo); tali quantitativi sono destinati ad aumentare con l’implementazione, nei moderni veicoli, di ulteriori dispositivi elettrici ed elettronici e con l’avvento dei sistemi di alimentazione ibrida ed elettrica.

La resa dei cablaggi automobilistici è elevata e si ritiene che superi il 50-55% nel rapporto metallo/isolamento.

Stokkermill ha realizzato una serie di accorgimenti ed innovazioni tecniche che consentono la lavorazione dei cablaggi automobilistici e il recupero del rame contenuto.

Il sistema Stokkermill CL consente di lavorare tutte le tipologie di cavo automobilistico senza rimuovere i collanti e gli adesivi presenti negli stessi grazie ad un sistema automatico di neutralizzazione della componente adesiva e contaminata da olii e grassi. Nelle linee con premacinatore, il particolare disegno del rotore consente di lavorare i cablaggi senza la necessità di rimuovere le parti ferrose contenute (connessioni, spine, sistemi di ancoraggio, etc) che vengono rimosse e separate dalla linea di riciclaggio senza intervento dell’operatore.

Tali dispositivi rendono l’attività di riciclaggio dei cavi auto altamente remunerativa poiché riducono notevolmente la necessità di interventi manuali di preparazione del materiale da trattare.

I sistemi di vagliature finale permettono di ottenere un’elevata qualità del rame in uscita senza contaminazione di plastica e di altri metalli.

Video

alluminio e metalli

Il riciclaggio dell’alluminio e dei metalli è finalizzato ad ottenere materiali omogenei e differenziati per tipologia e pezzature funzionali alle fasi di trasformazione per l’industria siderurgica.

La corretta preparazione del materiale in termini qualitativi e dimensionali concorre ad incrementare il valore aggiunto dell’attività degli impianti di rottamazione.

Gli impianti e le macchine della gamma Stokkermill, opportunamente combinati, consentono la massima valorizzazione delle componenti metalliche attraverso le attività di frantumazione, di triturazione e di separazione con l’utilizzo di trituratori monoalbero, trituratori bialbero, mulini a martelli, sistemi di separazione e deferizzazione.

I materiali lavorabili con le attrezzature Stokkermill sono, indicativamente, i seguenti:

  • scarti metallici in genere derivanti dalla raccolta di rottame metallico, alluminio, rame, bronzo
  • rottame di alluminio, lattine in alluminio, profili e profilati di alluminio
  • serramenti in alluminio
  • rottame leggero da raccolta, contenitori e fusti metallici
  • dispositivi bellici inertizzati, cartucce, etc
  • radiatori in lame alluminio

raee | PCB

Riciclaggio materiali elettrici elettronici (RAEE) | Riciclaggio schede elettriche - elettroniche (PCB’s)

Il riciclaggio delle apparecchiature elettriche ed elettroniche si sta affermando come una delle opportunità più interessanti e remunerative del mercato; i volumi di materiali da riciclare tendono ad aumentare con l’incremento della diffusione delle apparecchiature elettriche ed elettroniche, con l’implementazione di regolamentazioni improntate al miglioramento e all’obbligatorietà delle pratiche di trattamento.

In tale ambito Stokkermill ha perfezionato alcune attrezzature che consentono di trattare quantitativi variabili di apparecchiature elettriche ed elettroniche privilegiando la versatilità e flessibilità dell’offerte tecnologica.

Stokkermill è in grado di offrire attrezzature che possono lavorare singolarmente e che, se opportunamente combinate, possono generare linee complete di trattamento rispondendo alle reali esigenze del cliente.

Link a mulino mulino martelli e mulini a impatto

Le attrezzature per il riciclaggio delle attrezzature elettriche ed elettroniche correttamente correlate ad una fase di intervento manuale consentono di recuperare le seguenti frazioni di materiali omogenei:

  • materiali plastici 25-30%
  • materiali ferrosi ed inox 25-30%
  • metalli 12–17%
  • circuiti stampati PCB 6%
  • cablaggi elettrici 1-2%
  • batterie e condensatori
  • rifiuto misto indifferenziato

L’attività di recupero delle apparecchiature elettriche ed elettroniche genera una quantità crescente di schede elettroniche e circuiti stampati (PCB) che vengono immessi sul mercato del riciclaggio. Il trattamento ed il riciclaggio delle schede elettriche, delle schede elettroniche, dei circuiti stampati e delle schede madri consente di recuperare:

  • Mix di metalli (rame, stagno, metalli preziosi)
  • Inerti e plastica.

Pneumatici Fuori Uso – PFU

Il riciclaggio dei pneumatici avviene in tre fasi principali:
  • la pre-triturazione per ottenere un “ciabattato” con dimensioni variabili tra 50 e 150 mm per ridurre i volumi di stoccaggio o per essere utilizzato come fonte energetica alternativa
  • una macinazione con granulometria controllata per ottenere un chippato da 20-25 mm. In questa fase si separano le componenti ferrose e gli altri inquinanti presenti (componenti tessili in particolare). Il prodotto così ottenuto può essere utilizzato come sostitutivo di inerti di origine minerale per realizzare sottofondi per opere di costruzioni civili e industriali; il chippato può essere utilizzato nei processi di termovalorizzazione
  • ulteriore granulazione per ottenere un granulo da 2 a 4 mm utilizzabile in svariati processi industriali.

Gli impianti e le macchine della gamma Stokkermill, opportunamente combinati, consentono di effettuare le tre fasi richieste tramite l’utilizzo di trituratori industriali a 2 alberi, macinatori monoalbero, granulatori a lame e tavole densimetriche per la separazione dei materiali.

Materie plastiche

Il riciclaggio delle plastiche e delle materie plastiche in genere è un campo vasto che comunemente viene suddiviso tra plastiche post consumo e plastiche provenienti dalle lavorazioni industriali.

L’obiettivo del riciclaggio delle plastiche da avviare a trasformazione, attraverso fasi di cernita, lavaggio, triturazione e granulazione è quello di ottenere pezzature controllate e materiali omogenei privi di elementi inquinanti per essere utilizzabili per processi di estrusione.

Stokkermill è in grado di fornire macchine singole per le varie fasi del processo:

Trituratori bialbero, trituratori monoalbero, granulatori a lame, sistemi di separazione.

Tra i più comuni materiali trattabili, vi sono:

  • paraurti, serbatoi, cruscotti e plastiche settore automotive
  • tubi di irrigazione, contenitori, fusti e bidoni in plastica in genere
  • scarti e sfridi di lavorazione, come blocchi o materozze
  • plastiche di derivazione alimentare
  • film/pellicola industriale o agricola
  • contenitori per il settore alimentare ed industriale PET e PE
  • materiali plastici accoppiati
  • moquette

Legno, carta e cartone

Gli impianti e le macchine della gamma Stokkermill, opportunamente combinati, consentono la lavorazione e riciclaggio dei diversi tipi di legno ed in particolare:

  • pallet
  • ingombranti di grosse dimensioni (mobili, armadi, etc)
  • scarti di lavorazione
  • pannelli truciolari
  • tronchi e ramaglie

Il trattamento della carta, cartone, scarti cartacei, imballaggi, documenti riservati e carta da macero si effettua con la triturazione del materiale.

Il processo di triturazione consente la riduzione dei volumi nel caso di successive operazioni di pressatura.

La triturazione dei documenti riservati consente di rendere non leggibili i contenuti garantendo i parametri imposti dalle norme vigenti.

car fluff

Valorizzazione fluff e residui di frantumazione.

Stokkermill ha sviluppato competenze e tecnologie per la valorizzazione e recupero dei materiali provenienti dai processi di  frantumazione del rottame e dei veicoli f.u. per migliorare la qualità delle frazioni del car fluff, Zurik e Zorba.

Separazione acciaio inox.

Stokkermill è in grado di operare una raffinazione dei residui di frantumazione procedendo alla separazione dell’acciaio inox, dei metalli ferrosi e dei metalli non ferrosi e alla loro successiva separazione recuperando elevate percentuali di materiali con l’utilizzo combinato di mulini a impatto , tavole densimetriche, vibrovagli, sistemi di separazione magnetica.

Motori | scatole cambio veicoli

Motori e scatole cambio veicoli

L’impianto di riciclaggio motori consente di valorizzare i materiali dei motori provenienti dalla demolizione dei veicoli attraverso un processo di frantumazione per ottenere materiali omogenei correttamente dimensionati.

Gli impianti di riciclaggio motori Stokkermill vengono dimensionati e realizzati su specifica richiesta del cliente.

I materiali in uscita da un impianto di riciclaggio motori sono generalmente i seguenti:

  • proler di diversa qualità (ghisa, acciai, etc)
  • proler di alluminio
  • parti ferrose

Le linee di riciclaggio motori vengono realizzate su specifica richiesta del cliente e generalmente comprendono:

granulato rame | plastica

Valorizzazione granulato rame/plastica

Stokkermill realizza sistemi che consentono il recupero delle particelle di metallo (rame e alluminio) presenti nella frazione plastica proveniente dalle attività di riciclaggio dei cavi.
Il vantaggio è duplice:

  • recupero di consistenti quantità di metalli che altrimenti andrebbero persi nella frazione plastica;
  • pulizia della frazione plastica da residui metallici e ferrosi per facilitare il riciclaggio degli stessi materiali isolanti.

I sistemi realizzati da Stokkermill sono estremamente flessibili e possono integrarsi con facilità ad impianti esistenti di altri produttori.

Generalmente Stokkermill consiglia l’utilizzo di raffinatori turbo, tavole densimetriche di separazione, vibrovagli.

Subscribe for free resources
& news updates.
Thank you! Your submission has been received!
Oops! Something went wrong while submitting the form